Acustica ambientale

 

Ci occupiamo di inquinamento acustico ambientale in tutti i suoi aspetti, effettuando rilievi fonometrici per la misura del livello di rumore secondo tutti i decreti emanati ai sensi della legge Quadro sull'Inquinamento Acustico n° 447/95.

 

Grazie alla nostra centralina mobile, con strumentazione certificata di classe 1 per l'analisi in frequenza, analisi statistica e rilevazione per lunghi periodi del livello continuo equivalente, effettuiamo attività di monitoraggio con misure prolungate in ambiente esterno e/o puntuali in ambiente interno per la valutazione dell’esposizione della popolazione al rumore stradale, ferroviario o aeroportuale, oppure al rumore derivante da sorgenti fisse puntuali.

 

Inoltre, grazie al nostro laboratorio mobile, attrezzato con strumentazione di classe 1, effettuiamo specifiche campagne di misura mirate alla valutazione e alla caratterizzazione del rumore da traffico stradale, in contesti urbani, extraurbani e autostradali, in base ai metodi:

 

- CPX (Close-Proximity method) secondo la norma ISO/DIS 11819-2. Il metodo è ampiamente diffuso in Europa e permette di valutare alla sorgente (contatto pneumatico-pavimentazione) l'emissione del rumore di rotolamento per la caratterizzazione acustica di una pavimentazione a basso impatto acustico;

 

- SPB (Statistical Pass-By) secondo la norma ISO 11819-1. Il metodo stima l'influenza delle caratteristiche acustiche di una pavimentazione valutando il rumore a bordo strada derivante. La tecnica basata sull’analisi di molti eventi, permette di descrivere con il medesimo indice differenti pavimentazioni, anche se poste su strade interessate da flussi di traffico diversi;

 

Sempre nel campo dell'acusica ambientale, offriamo consulenza tecnica alle aziende per la predisposizione di documentazione di impatto e clima acustico, anche attraverso specifiche misure ambientali e analisi in frequenza dei livelli sonori e previa modellizzazione numerica ai fini del dimensionamento di interventi di risanamento acustico, attraverso cabinature degli apparati e barriere acustiche. 


Rumore e pianificazione territoriale

 

Siamo in grado di fornire supporto a livello urbanistico per la pianificazione e il governo del territorio ai fini della tutela ambientale ed in particolare: 

 

- redazione di mappature acustica strategiche del territorio ai sensi del Dlgs 194/05 e più in generale secondo la normativa europea 2002/49/EC, anche attraverso modellizzazione numerica;

 

- classificazione acustica delle aree urbane secondo le direttive della Legge Quadro sull'Inquinamento Acustico n° 447/95. 

 

- progettazione di misure strategiche di mitigazione del rumore e risanamento di aree esposte all’inquinamento acustico: Piani di risanamento ai sensi del DM 29/11/2000, e Piani di azione ai sensi del Dlgs 194/05.

 

Nell’ambito della Convenzione Quadro stipulata con IPCF-CNR, abbiamo accesso alle infrastrutture di calcolo dell’Istituto, per modellizzare situazioni complesse in tempi ridotti.

 

Acustica edilizia

 

Abbiamo strumentazione idonea ad effettuare la verifica strumentale delle prestazioni acustiche di un’unità immobiliare o dei suoi elementi tecnici, da eseguire in opera, nel rispetto delle vigenti norme tecniche.  Offriamo pertanto la valutazione della classificazione acustica degli edifici in conformità alla norma UNI 11367 – luglio 2010, anche a campione in conformità alla norma UNI 11444 – maggio 2012, e in generale la caratterizzazione delle prestazioni acustiche degli edifici secondo le norme UNI corrispondenti:

 

  • Isolamento acustico di facciata

  • Isolamento ai rumori aerei di partizioni;

  • Livello di rumore ambientale all’interno degli ambienti non occupati

  • Livello di rumore da calpestio

  • Livello sonoro immesso da impianti a funzionamento continuo e discontinuo.

  • Tempo di riverbero;

  • Speech Transmission Index (STI e RASTI secondo le norme IEC 60268-16, UNI EN ISO 9921:2004, UNI EN ISO 9921).

     

Prove di assorbimento e trasmissione secondo la norma UNI EN ISO 1793 parti 5 e 6 su elementi di test per barriera acustica

Siamo in grado di effettuare misure dei parametri che determinano il comportamento di una barriera acustica seguendo con il metodo Adrienne secondo l’ultima norma UNI EN ISO 1793 che prevede l’uso di un array di 9 microfoni. Nello specifico, sono misurati il coefficiente di riflessione (reflection index), ovvero la percentuale di energia riflessa dalla barriera, e il coefficiente di isolamento da trasmissione (sound reduction index), ovvero la riduzione del rumore trasmesso.

Misura delle proprietà delle pavimentazioni stradali

Siamo in grado di effettuare misure della tessitura del profilo stradale nella regione della macro e mega tessitura (ISO 13473) mediante laser a triangolazione montato sul nostro laboratorio mobile.

Acustica dei materiali

 

Con il laboratorio specificatamente attrezzato presso l’IPCF-CNR, siamo in grado di effettuare analisi di assorbimento acustico con il metodo del tubo a impedenza, secondo la norma ISO 10534-2 (tubo di Kundt). La tecnica permette di caratterizzare tutti i materiali solidi, tra cui carote di pavimentazioni fonoassorbenti e a basso impatto acustico. 

 

Modellazione numerica con metodi agli elementi finiti (FEM) consente di determinare i principali parametri acustici che caratterizzano i materiali porosi e i conglomerati utilizzati per pavimentazioni stradali.

 

 

Possiamo anche effettuare misure di impedenza meccanica della superfice stradale mediante un sistema di misura costituito da un martello strumentato ed un accelerometro.

iPOOL S.r.l.     -     CF/P.IVA 01784280479

CONTACTS: Reg. Office : Ripa Castel Traetti, 1 - 51100 Pistoia | HQ : Via Cocchi, 7 loc. Ospedaletto - 56121 Pisa”     Privacy Policy